Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2020

"Ostacoli" di Dede Riva

Se nella vita ti trovi di fronte a un ostacolo, cerca di non perderne mai di vi­sta la duplice valenza: da una parte - quella cui dài maggior peso - la difficoltà, ma dall'altra l'opportunità, la grande occasione che ti viene offerta di acquisire nuove qualità e di diventare più completo, integrandole con quelle già in tuo possesso. Non fermarti al primo aspetto continuando a guardare l'ostacolo, ad analiz­zarlo, a sezionarlo, ingigantendone così le dimensioni e lasciandoti sopraffare da esso. Non è questa la sua funzione, ma piuttosto quella di stimolarti ad an­dare avanti. In fondo l'ostacolo sa di te molte più cose di quante tu non sappia. Sa, per esempio, che in te alcune forze sono pronte per venire alla luce; lo sa molto pri­ma che tu te ne accorga. E sa anche che, per attuare la trasformazione, devi ab­bandonare vecchi schemi mentali e modelli di comportamento superati. E allo­ra ti si costruisce davanti, pezzo dopo pezzo, sulla base delle informazioni che

Mappa del Sé - Sessioni individuali a distanza e in sede con Paola Cazzaro

LA MAPPA DEL S É Sessioni individuali con Paola Cazzaro Su appuntamento in sede o via Skype  La Mappa del Sé è un metodo di indagine psicogenealogica per conoscere le “strutture di condizionamento” che abbiamo ereditato dal nostro sistema familiare al momento del nostro concepimento. Attraverso l'uso degli Arcani Maggiori dei Tarocchi e partendo dall’analisi della nostra data di nascita, la Mappa del Sé porta alla luce le memorie genealogiche inconsce che ci sono state trasmesse. Ci mostra in quali precisi ambiti della nostra vita agiscono queste memorie e a quali sintomi fisici e malattie ci espongono quando non vengono rilasciate. La Mappa del Sé ci rende consapevoli: grazie a questo strumento possiamo finalmente distinguere con chiarezza quali sono i nostri veri bisogni, diventando così liberi di assecondarli per vivere una vita in armonia e benessere.  Il percorso è individuale ed è suddiviso in 2 incontri di circa 2 ore ciascuno al termine dei quali verrà

"Ruoli" di Dede Riva

Quanti ruoli vivi nella tua vita? Di genitore, figlio, insegnante, discepolo, terapeuta, esperto, quello profes­sionale... Il ruolo è molto importante perché, come l'abitudine, ti consente di ritrova­re automaticamente sicuri punti di riferimento che, a loro volta, diventano punti di riferimento anche per chi con te interagisce. Questo comporta per en­trambi un grande risparmio di energia emotivo-mentale da convogliare nel rap­porto stesso e in altre direzioni che si desiderano. Ma anche il ruolo, come l'abitudine, può avere una valenza invischiante; ti spin­ge, con la complicità della tua inconsapevolezza, verso comportamenti stereotipati che inibiscono il flusso del tuo sentire - sentire che, a differenza del ruolo, è vario e diverso in ogni situazione - e offuscano la dinamica creativa del rapporto. Tutto questo è percepito anche dal tuo interlocutore che, se a sua volta interagi­va attraverso un suo ruolo, vi si incista ancora di più, per ritrovarvi al suo intern