Passa ai contenuti principali

"I Grandi Maestri" - Partenza del ciclo di conferenze con Giulietta Bandiera




Chi sono i più grandi Maestri Spirituali che attraverso i secoli hanno guidato l’umanità verso la nuova coscienza?
Da Oriente a Occidente, in ogni tempo vi sono state menti ispirate, da Lao Tze a Yogananda, da Giordano Bruno a Ildegarda di Bingen, da Albert Einstein a Rudolf Steiner, da Carl G. Jung, a Georges I. Gurdjieff, fino a Carlos Castaneda, Alejandro Jodorowski, Deepak Chopra, Louise Hay, Ekhart Tolle e tanti, tantissimi altri, i quali, in ogni tempo, hanno saputo carpire i segreti dell’Universo e condividerli con noi.
Verrà inaugurato stasera il ciclo di conferenze, curate e condotte da Giulietta Bandiera, che ci accompagnerà in un viaggio fantastico alla scoperta delle loro vite e dei loro insegnamenti, per ricalcare le orme di questi grandi spiriti che da sempre illuminano il nostro cammino.
Ecco i primi appuntamenti in programma:
Giovedì 21 marzo alle 20.30 YOGANANDA
Giovedì 11 aprile alle 20.30 CONTE DI SAINT GERMAIN
Giovedì 23 maggio alle 20.30 ILDEGARDA di BINGEN
Giovedì 6 giugno alle 20.30 CARL G. JUNG
Giovedì 26 settembre alle 20.30 GEORGES I. GURJIEFF
Giovedì 17 ottobre alle 20.30 LOUISE HAY
Giovedì 14 novembre alle 20.30 CARLOS CASTANEDA
Giovedì 12 dicembre alle 20.30 GIORDANO BRUNO
Per info e prenotazioni: 02 8373930 o info@psicodinamicaispa.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Medicina dell'Ascolto: la Salutogenesi e l'armonia evolutiva del nostro corpo

“Therapeuo” significa in prima istanza “servire” nel senso di “avere cura”. Da qui tutti i derivati possibili, primo tra tutti quello di “curare”, da intendersi sempre nel senso originario, cioè quello di servire, aver cura. La “therapeia” è, appunto, l’atto del “prendersi cura”. Il termine moderno di “medico” con tutti i suoi derivati, deriva dal greco “medo” che vuol dire, in prima istanza, “regolare”, “ordinare”, quindi, “tenere in ordine”, ossia “avere cura” (tenere in ordine qualcosa è, appunto, averne cura; e il medico è, o dovrebbe essere, colui che tiene in ordine). Peraltro, dal greco “medo” deriva anche il latino “medeor” che significa, ovviamente, “curare”, ma sempre in un senso, come dire, esistenzialmente marcato; tanto che da “medeor” deriva anche “meditor” (meditiamo gente…). “Auscultare”, indica propriamente l’atto del “porgere orecchio” , stare a udire con attenzione. Se poniamo attenzione al gesto del porgere l’orecchio, per porgere l’orecchio dobbiamo metterci di l…

"Guarire la vita" di Dede Riva

Quando questa mattina ti sei svegliato, miliardi di cellule lo hanno fatto insieme a te, tutte le cellule di tutte le dimensioni che ti compongono. Di quante sei consapevole? A quante di loro hai augurato buon giorno?

La tua giornata dipende esclusivamente da te: come ti sentirai oggi da un punto di vista fisico, se ti sentirai pieno di energia, se le tue emozioni e i tuoi pensieri saranno positivi, se il tuo Sé potrà contare su tutti questi veicoli per crescere ed espandersi come è nella sua natura. Tutto è esclusivamente nelle tue mani.

Se ancora non ci hai pensato, fallo ora, subito. Individua i tuoi punti deboli e invia loro un pensiero di luce per sostenerli e guarirli. Sono forse i tuoi occhi, o le tue gambe, o il tuo cuore? È il tuo modo di interagire con gli altri e con le situazioni della vita? È il tuo atteggiamento nei confronti di te stesso? È il tuo Sé, che non riesci a contattare? O sono tutte queste cose insieme e altre ancora?

Forse il lavoro da fare ti sembra eccessi…

"MAHASIAH, l'Angelo che aiuta a crescere dai propri errori" di Dede Riva

MAHASIAH, l’Angelo che aiuta a crescere dai propri errori
Epiteto cristiano: Dio salvatore
Serafini: Nebulosa centrale, Sole
Informazione: Capacità di raddrizzare ciò che cresce storto
Periodo di competenza: 10-14 aprile


Volgendo lo sguardo indietro nella mia vita riesco a vedere i miei “errori” in una prospettiva di comprensione; riesco a valutare ciò che di positivo da essi è emerso e riconoscere che sempre un risultato a mio favore c’è stato. Sempre, ad esempio, ricorrendo alla mia creatività, sono riuscito a escogitare un “trucco”; che mi ha consentito di uscire dall’impasse e, per fare questo, ho dovuto attivare in me capacità fino a quel momento latenti. E, anche in mancanza di elementi positivi così evidenti, comunque sempre importante è stata la spinta a uscire dalla situazione difficile, perché ogni pulsione dinamica è Vita, e la mia trasformazione mi consentiva di mantenere il contatto con il suo flusso. Se sono stato capace di fare questo, quanto più posso fare con Te al mi…